photoshoot of a woman in black lingerie


Quando i problemi di erezione dipendono da un eccessivo consumo di pornografa

“Ho iniziato a guardare video pornografici da adolescente. Passati i 20 anni ho cominciato ad avere problemi di erezione fino ad arrivare ai 30 in cui non riuscivo neanche più ad avere rapporti sessuali. Ho cercato mille motivazioni per questo: che le mie partner non erano abbastanza attraenti, lo stress, l’ansia da prestazione, lo scarso allenamento fisico. Ma è solo quando ho realizzato che non riuscivo neanche più a raggiungere l’orgasmo masturbandomi senza il porno che finalmente qualcosa è scattato in me. Ora l’origine del problema mi è evidente e sono arrabbiato con me stesso per aver rovinato 10 anni di buon sesso con le mie partner.”
M., 32 anni

Sempre più uomini stanno sperimentando calo di desiderio sessuale e aumento dei problemi di erezione a causa del porno che oggi si trova facilmente ed in grandi quantità su Internet. Questo è quanto emerge da una ricerca della SIAMS, la Società Italiana di Andrologia e Medicina Sessuale.
Lo studio ha coinvolto 28000 uomini italiani ed ha mostrato come molti consultano quasi quotidianamente materiale pornografico masturbandosi. E questo causa in loro una progressiva diminuzione del desiderio sessuale nella relazione di coppia fino a che diventa quasi impossibile avere erezioni it.wikipedia.org.

Una dipendenza dalle forti sensazioni

La pornografia può creare dipendenza, proprio come la dipendenza dal fumo, dal gioco, dal cibo o dai videogiochi… con la differenza che il sesso da delle sensazioni ancora più intense delle altre attività e quindi la dipendenza è più forte.
Di solito si parla di dipendenza solo quando sono evidenti gli effetti negativi che questa comporta: la dipendenza dal fumo fa male alla salute, quella del gioco fa male alle tasche, quella del cibo fa male alla linea. Dato che l’ampia disponibilità di porno su Internet è un fenomeno così recente e non si parla ancora dei suoi effetti collaterali, non viene quasi mai definito dipendenza, anche se di fatto lo è a tutti gli effetti.

Ma perché questo accade? Il nostro cervello è sempre alla ricerca di stimoli più forti. Quando riceviamo uno stimolo, la mente e il corpo si adattano molto rapidamente; ciò che prima era stimolante diventa normale, non stimola più abbastanza e si cerca qualcosa di più forte. E Internet, che rende così semplice trovare materiale pornografico sempre nuovo, soddisfa perfettamente questa crescente richiesta del cervello di stimoli. Cosa comporta tutto questo? L’uso compulsivo di porno crea delle modificazioni nel cervello.
Le immagini pornografiche sono lontane dalla realtà; sono costruite per sovrastimolare il nostro cervello e aumentare il nostro bisogno di cercare altro porno.
Hai presente quando in una giornata estiva molto luminosa stai per un po’ di tempo fuori al sole, poi torni in casa e ti sembra tutto così buio che se anche accendi la luce non riesci a vedere bene? Questo accade perché il sole così forte ha sovrastimolato il tuo sistema visivo; lo ha fatto abituare ad un’intensità di luce così forte che quando torni in un ambiente con la luce normale ti sembra tutto buio. La stessa cosa accade con la pornografia e la masturbazione; le foto e i filmati proposti oggi contengono immagini estremamente forti che stimolano molto intensamente i centri cerebrali dell’eccitazione, molto più intensamente di quella che è la realtà www.medicitalia.it.
E così quando nella realtà si fa sesso con la propria partner, gli stimoli sono così più bassi di quanto la mente si è condizionata col porno che non sono sufficienti per produrre un’erezione consistente.

Questo problema è particolarmente sentito in Giappone, dove si fa un altissimo consumo di porno (pensa che è raddoppiato negli ultimi due anni). Capita sempre più frequentemente che gli uomini perdono l’interesse nel sesso con le donne reali perché non sono abbastanza stimolanti; non possono competere con la sovrastimolazione della pornografia su internet.
E purtroppo, come ha provato la ricerca del SIAMS, questo fenomeno sta arrivando rapidamente anche in Italia.

 

Ma per fortuna c’è una buona notizia: il fenomeno non è irreversibile!

Quando rientri in casa abbagliato dal sole e rimani lì per un po’, senza tornare ad uscire alla luce, gli occhi tornano ad abituarsi alla luce più bassa che c’è in casa e dopo un po’ di tempo torni a vedere normalmente https://it.wikipedia.org/wiki/Portale:Erotismo. Più si riesce a ridurre la pornografia e la masturbazione, più tornano le normali capacità di erezione e più è possibile vedere il sesso con la partner come una nuova fonte di piacere.
Numerose ricerche hanno mostrato che meno si utilizza il porno, più soddisfacente è la relazione che si crea con la propria partner e questo genera nel complesso un senso di benessere superiore alla breve eccitazione della pornografia.

Cosa posso fare?

  • Fai il test: Scopri se i problemi di erezione sono causati dal porno.
  • Porno-reboot: Come librarti della pornografia e avere sempre erezioni forti con la tua partner.
  • Se sai leggere in inglese, puoi trovare informationi molto approfondite su Your Brain On Porn.

Rate this post