womans hand with psoriasis


Tre malattie molto differenti tra loro – psoriasi, uveite (condizione oculare) e artrite – potrebbero essere trattati in futuro con il nuovo farmaco Secukinumab.

In uno studio su 60 pazienti è stato testato il nuovo farmaco e i risultati sono incoraggianti: Il principio attivo si è dimostrato sicuro ed efficace nel trattamento di vari sintomi infiammatori.

Dopo il trattamento con il farmaco Secukinumab si è registrato un effettivo miglioramento dei tre gruppi di pazienti. I pazienti che soffrono di psoriasi hanno notato un miglioramento delle chiazze e lesioni sulla pelle. L’organismo aveva prodotto meno proteine infiammatorie. I pazienti con artrite reumatica hanno confermato una riduzione del gonfiore delle articolazioni e i pazienti con uveite hanno registrato occhi meno infiammati e un leggero miglioramento della vista.
I risultati incoraggianti di questo studio dovranno essere la base per nuovi test, prima di poter impiegare il frmaco in futuro contro le malattie infiammatorie it.wikipedia.org. Secukinumab è in fase di sperimentazione anche per l’uso contro il morbo di Crohn.

Il nuovo farmaco sperimentale è della casa farmaceutica Novartis e sarà somministrato per infusione it.wikipedia.org. L’azienda farmaceutica ha dichiarato che i risultati dei trial effettuati sul farmaco nella fase precoce sono tali da ipotizzare che questo prodotto possa competere con i farmaci TNF- bloccanti, impiegati nella cura dell’artrite e di altri tipi di malattie autoimmuni.

Il rilascio del farmaco per il trattamento della psoriasi sarà richiesto per l’anno 2013.

Rate this post