woman in bikini under the rain


Ti guiderò a scoprire quali sono le cause dei problemi di erezione e quali sono le soluzioni più efficaci Quando ti rendi conto di avere problemi di erezione, la prima domanda che di solito ti fai è: Perché? Come mai succede?
E’ una domanda naturale e in questo articolo ti voglio guidare non solo a scoprire quali sono le cause dei problemi di erezione in generale, ma anche quali sono le tue cause.

Nota che ho parlato al plurale: LE CAUSE e non LA CAUSA, dato che quasi sempre ne convivono più di una contemporaneamente che, assieme, ti portano ad avere problemi di erezione. Credere che il problema di erezione dipenda da un’unica ragione è un errore e man mano che andrai avanti in questo articolo ti sarà sempre più chiaro il perché.

I quattro passi dell’erezione

Per capire quali sono le cause dei problemi di erezione occorre prima di tutto conoscere quali sono le 4 condizioni che si devono verificare per potere avere un’erezione. Queste condizioni sono come gli anelli di una catena: se una o più di una vengono a mancare, l’erezione non può avvenire.

  • L’erezione parte dalla mente che deve entrare in uno stato di eccitazione. Questo succede solo se la mente è libera da ansie, paure e incertezze. Se per la testa passano pensieri come “speriamo di non fare cilecca come l’ultima volta”, oppure “ho paura di perdere l’erezione sul più bello” o ancora “e se questa volta l’erezione non è abbastanza solida?”, queste preoccupazioni per il problema di erezione ti mettono in ansia e impediscono al cervello di inviare il comando al pene per creare l’erezione. Questa è una delle cause di problemi di erezione più frequenti ed è presente quasi sempre anche quando ci sono problemi più fisici.
  • Il corpo deve produrre una quantità sufficiente di ormoni maschili che inviano al pene il “comando” dell’erezione. Basse quantità di ormoni come il testosterone fanno diminuire il desiderio sessuale e rendono più difficile eccitarsi. Inoltre, certi ormoni come la prolattina inibiscono il desiderio e ostacolano l’erezione, quindi la quantità di quegli ormoni deve essere bassa. E’ necessario cioè che ci sia il giusto bilanciamento tra gli ormoni e un loro squilibrio rientra nelle cause ormonali dei problemi di erezione.
  • Non ci devono essere impedimenti fisici: il sangue deve poter affluire libero dentro al pene per riempire i corpi cavernosi comprare. Se ci sono problemi circolatori o infiammazioni locali, l’afflusso del sangue può incontrare ostacoli e non riesce a riempire i corpi cavernosi, quindi l’erezione risulta debole. Anche i nervi che portano l’impulso dell’erezione (i nervi erigendi) non devono danni, altrimenti parliamo di cause neurologiche
  • Il corpo deve avere energie sufficienti da creare un’erezione e abbastanza vigore da riuscire a mantenerla. Se il corpo è eccessivamente stanco a causa di lunghi periodi di poco riposo o di stress, può non avere le forze per creare o mantenere un’erezione. Spesso non ci accorgiamo che stiamo chiedendo troppo al nostro corpo; lo teniamo su a suon di caffè quando avrebbe un gran bisogno di riposarsi ed in questi casi, il corpo cerca di risparmiare energie disabilitando una funzione molto dispendiosa: il sesso. Questa è una delle più frequenti cause di problemi di erezione che rientra tra le cause energetiche.

Dovrebbe essere evidente ora che ci sono 4 tipi di cause dei problemi di erezione

  • cause mentali
  • cause ormonali o metaboliche
  • cause fisiche
  • cause energetiche (stanchezza e mancanza di vigore)

che ora andremo ad analizzare una a una.

Cause psicologiche dei problemi di erezione

L’erezione parte prima di tutto dalla mente: quando riceve stimoli eccitanti (un pensiero, una situazione eccitante, la vista della partner in intimità, il suo profumo, ecc…) entra in uno stato di eccitazione e invia al pene il “comando” dell’erezione.
Per modo che questo succeda non ci devono essere altri pensieri per la testa. Detto in altre parole devi pensare solo alle cose eccitanti di quel momento: le cose che ti piacciono di più della tua partner, le cose che starete per fare, le sensazioni piacevoli che provengono dal tuo fisico, ecc…
Se invece ci sono pensieri negativi che attraversano la mente, come la paura di non riuscire ad avere un’erezione, la paura di non essere adeguato a lei e di non riuscire a soddisfarla, andare a “controllare” con preoccupazione il pene per verificare se l’erezione sta avvenendo e se è sufficientemente dura, ecc… questi pensieri negativi semplicemente bloccano l’eccitazione e di conseguenza l’erezione non può avvenire.

Ecco quindi una lista di quali sono le più comuni cause psicologiche dei problemi di erezione che generano nella mente quei pensieri negativi.

Cause interne (cioè che dipendono unicamente dalla tua mente)

  • paura che ricapiti una prestazione deludente
  • ansia da prestazione
  • scarsa autostima nelle proprie capacità sessuali
  • timore di deludere la partner
  • convinzioni limitanti, ovvero essere convinti di avere determinali limiti sessuali anche se questi limiti non corrispondono alla realtà
  • auto-verifica dell’erezione nei preliminari o nel rapporto
  • approccio eccessivamente stressante ai problemi e alla vita
  • attitudine interiore a vivere con ansia gli eventi
  • errate conoscenze della sfera sessuale femminile
  • insicurezze rispetto alle dimensioni del proprio pene
  • cause culturali, morali o religiose (ad esempio che il sesso e la masturbazione sono peccato)
  • depressione

Cause esterne (che dipendono anche da fattori esterni)

  • conflitto di valori (come mettere le corna, o avere progetti completamente diversi dalla propria partner)
  • incomprensioni, conflitti o problemi profondi all’interno della coppia
  • uso di stupefacenti o abuso di alcol
  • interazione con certi farmaci (come antidepressivi, psicofarmaci, ansiolitici)

Queste cause di origine psicologica talvolta non permettono di raggiungere una durezza sufficiente nell’erezione o addirittura non fanno proprio raggiungere l’erezione, anche in uomini fisicamente perfettamente sani.

Bisogna notare che queste cause mentali non sono il segno di disturbi psicologici o psichiatrici. Spesso c’è la concezione molto sbagliata una causa mentale significhi essere malato di mente o un po’ matto, ma come vedi non è così: si tratta prevalentemente di non essere in grado di gestire l’ansia e di avere un’errata immagine di se stessi e delle proprie capacità sessuali.

In caso di problemi di erezione, le cause mentali sono quasi sempre presenti, anche se il problema ha avuto origini più fisiche.

La storia di Giovanni

Pensa al caso di Giovanni, un uomo che ha avuto un’infiammazione alla prostata http://thes.bncf.firenze.sbn.it/termine.php?id=21086. Questa infiammazione gli ha causato un problema di erezione. Dopo la prima volta che ha fatto cilecca ha cominciato a perdere la sua autostima e ogni volta che aveva un rapporto aveva paura di non riuscire di nuovo ad avere l’erezione. Ha curato l’infiammazione con gli antibiotici e la prostata è guarita, ma nonostante questo continuava ad avere problemi di erezione perché la paura di fare cilecca gli era rimasta e lo metteva ogni volta in ansia.

Questo è un punto molto importante: infatti spesso si pensa che il proprio problema di erezione dipenda da un’unica causa. Molti mi chiedono se il loro problema è fisico o mentale come se uno escludesse l’altro, ma come vedi non è così: nell’esempio che ti ho fatto c’era sia una causa fisica che una causa mentale.

Come eliminare le cause psicologiche dei problemi di erezione? Com’è possibile cambiare il modo con cui la mente pensa e reagisce al problema?

Per questo ci vengono in aiuto gli studi fatti sugli sportivi.
Come fa un campione olimpionico a rimanere concentrato prima della finale senza essere travolto dall’ansia da prestazione? Se sbaglia la gara perde tutto ciò per cui si è allenato per anni. La sua carriera potrebbe dipendere da quello. Se noti, sono pensieri simili a chi ha problemi di erezione: se fa cilecca, anziché la gara perde la stima della sua partner. Il anziché la carriera è il loro rapporto che dipende da quello. Come vedi sono le stesse paure e le stesse insicurezze.

Quindi come fanno gli sportivi a rimanere calmi e concentrati e a non far decadere la loro prestazione sportiva dall’ansia? Per loro sono state sviluppati appositi esercizi mentali che puoi utilizzare anche tu per eliminare l’ansia e cambiare il modo in cui vedi te stesso dal punto di vista delle tue capacità sessuali www.tantasalute.it.

Cause ormonali dei problemi di erezione

Una volta che la mente ha raggiunto uno stato di eccitazione senza pensieri e distrazioni, comincia a mandare dei segnali all’organismo per prepararsi al rapporto: il cuore e il respiro accelerano e libera degli ormoni che “comandano” al pene di andare in erezione.

Il corpo deve essere in grado di produrre una quantità sufficiente di questi ormoni, altrimenti non arriva un comando sufficientemente forte al pene e l’erezione è debole: questa fa parte delle cause ormonali dei problemi di erezione. Non solo, gli ormoni maschili come il testosterone regolano l’appetito sessuale quindi bassi livelli di testosterone abbassano il desiderio e ci rendono meno eccitabili.

Ci sono anche ormoni che inibiscono l’erezione, cioè impediscono che avvenga: uno di questi è la prolattina. Un alto livello di prolattina rende molto più difficile avere un’erezione.

Per capire se una delle cause del problema di erezione è uno squilibrio degli ormoni si può fare un semplice esame del sangue per misurare la quantità dei vari ormoni sessuali e verificare se ce n’è qualcuno troppo alto o troppo basso.

Che cosa causa un’alterazione degli ormoni sessuali?

Ecco le principali cause:

  • Età che avanza: più ci si avvia verso l’anzianità più il testosterone decresce naturalmente.
  • Sedentarietà: la carenza di attività fisica fa diminuire precocemente il livello di testosterone
  • Stile di vita errati: vivere al di fuori dei ritmi della natura, come far tardi la sera, utilizzare troppi farmaci, essere in una continua condizione di stress, ecc… causa la diminuzione precoce del testosterone
  • Alimentazione errata: mangiare cibo spazzatura, uno scarso apporto di zinco e di frutta e verdura di stagione e un eccesso di zuccheri semplici fanno diminuire il testosterone
  • Stress prolungato: vivere in una continua situazione di stress fa alzare i livelli di prolattina, che inibiscono l’erezione
  • Malattie endocrine, ovvero tutte quelle malattie che colpiscono gli organi che producono ormoni, come problemi alla tiroide, ai reni o ai testicoli.
  • L’eccesso di grasso addominale favorisce l’attività dell’enzima aromatasi che converte il testosterone in estrogeni. In parole più semplici trasforma un ormone sessuale maschile, il testosterone, in ormoni sessuali femminili, gli estrogeni.

Cosa fare per eliminare le cause ormonali dei problemi di erezione?

Dopo aver eseguito gli opportuni esami per escludere che ci sia una malattia endocrina, occorre agire in tre modi:

  1. apportando piccoli cambiamenti alle proprie abitudini per mettere l’organismo nelle migliori condizioni di produrre il giusto livello di ormoni
  2. togliendo i cibi che riducono la produzione di testosterone e includendo nella propria alimentazione quelli che lo favoriscono
  3. praticando opportuni esercizi, molto brevi e ad alta intensità, che stimolano l’organismo a produrre più ormoni maschili

Questi tre accorgimenti sono piuttosto semplici da utilizzare ma per modo che siano efficaci ed evitare di perdere tempo, occorre metterli in pratica coi giusti dettagli e nei giusti tempi. Per non sbagliare è opportuno affidarsi ad uno specialista preparato oppure seguire un metodo come il corso Potenza Sessuale che ti guida passo passo ed in modo estremamente semplice a metterli in pratica nel modo più efficace.

Cause fisiche dei problemi di erezione

Quelle fisiche, dette anche organiche, sono le cause dei problemi di erezione che quasi tutti credono di avere, ma in realtà quasi nessuno ha. Solo in rari casi c’è un reale impedimento fisico all’erezione www.medicitalia.it.
Tra le cause fisiche dei problemi di erezione ricordiamo:

  • problemi di circolazione al pene o in zona genitale
  • infiammazioni alla prostata
  • problemi neurologici, in particolare ai nervi erigendi
  • interventi in area genitale (tra cui l’intervento alla prostata)
  • problemi testicolari
  • assunzione di farmaci (antidepressivi o per la pressione) che causano problemi di erezione.
  • abuso di alcool
  • utilizzo di droghe (anche cannabis)
  • diabete: crea problemi di circolazione e obbliga ad utilizzare farmaci che peggiorano l’erezione
  • presenza di malattie come la sclerosi multipla o il morbo di Parkinson
  • cure chemioterapiche

Ci sono poi alcune cause fisiche che più propriamente andrebbero chiamate “fattori di rischio”, cioè che non provocano direttamente un problema di erezione ma aumentano la possibilità di andare in contro al problema (o lo rendono più difficile da eliminare nel caso ci sia già):

  • problemi cardiaci
  • malattie circolatorie
  • squilibri alimentari
  • obesità
  • trigliceridi, colesterolo o glicemia alte
  • abitudine alla sedentarietà

Alcune di queste cause, come le infiammazioni alla prostata, sono “curabili”: certe abitudini errate, come la sedentarietà o l’utilizzo di droghe o alcolici, si possono cambiare.
Ma altre cause invece non si possono eliminare: ad esempio malattie come il diabete o i problemi cardiaci non si possono curare, ma solo tenere sotto controllo con opportuni farmaci. Sono malattie con cui bisogna convivere ed in questi casi è particolarmente importante fare tutto il possibile per aumentare il vigore sessuale (il testosterone, la propria autostima sessuale, la propria energia…), proprio per contrastare gli effetti negativi della malattia.

Pensa all’erezione come a scalare una montagna: una di queste cause fisiche è come mettere un grosso peso nello zaino dello scalatore. Se lo scalatore ha un fisico debole, non è allenato o non ha l’atteggiamento mentale giusto (si scoraggia subito per la difficoltà) non riuscirà ad arrivare in cima. Mentre se è allenato e ha un atteggiamento mentale positivo riesce ad arrivare in cima anche con la zavorra.
La stessa cosa è per l’erezione: anche in presenza di una causa fisica si può avere l’erezione, l’importante è “allenare” il tuo corpo e i tuoi pensieri ad avere un’erezioneutilizzando training per l’erezione.

Cause energetiche dei problemi di erezione

Queste sono le cause meno conosciute (se ne parla pochissimo) ma in realtà sono quelle che più frequentemente si riscontrano negli uomini al giorno d’oggi, assieme a quelle psicologiche. Eliminare queste cause è ciò che porta più rapidamente maggiori risultati in modo definitivo.

Il punto fondamentale è che il corpo deve avere energie sufficienti per avere un’erezione e per mantenerla durante tutto il rapporto. Se il corpo è eccessivamente stanco a causa di lunghi periodi di scarso riposo o di stress accumulato o di un qualunque problema che consuma le sue energie, può non avere le forze per creare o mantenere un’erezione. Spesso non ci accorgiamo che stiamo chiedendo troppo al nostro corpo; lo teniamo su a suon di caffè quando avrebbe un gran bisogno di riposarsi ed in questi casi, il corpo non ha il vigore sufficiente per le funzioni sessuali.
Le cause che più frequentemente portano ad un calo energetico sono:

  • riposo insufficiente rispetto alla quantità di impegni o attività che si svolgono
  • Insonnia o disturbi del sonno
  • pensieri o preoccupazioni ricorrenti
  • eccessivo carico di impegni
  • sovrallenamento sportivo
  • apnee notturne
  • intolleranze alimentari

Chiaramente non puoi eliminare certi impegni, responsabilità o preoccupazioni, ma puoi “tenerti su” con opportune tecniche e fare in modo che non non intacchino la tua energia sessuale.

Infatti il nostro corpo è come una batteria che si scarica con le attività quotidiane, il lavoro, lo studio, muoversi, parlare con le persone e ancora di più si scarica con gli stress, i pensieri ricorrenti e le paure https://it.wikipedia.org/wiki/Masturbazione. Ad esempio, il pensiero ricorrente di fare cilecca ruba moltissima energia al tuo corpo e quindi, indirettamente, peggiora ulteriormente la situazione perché ti logora, ti stanca. Se chiediamo più energia di quanta ne riusciamo a ricaricare, il livello della nostra batteria si abbassa e quando arriva al minimo, certe funzioni del nostro corpo, tra cui l’erezione, ne risentono sempre di più.

La soluzione è quella di utilizzare alcuni accorgimenti per ricaricare di energia il nostro organismo molto di più di quanto facciamo adesso. Questa energia in più darà maggiore vigore sessuale e permetterà anche di ridurre il tempo refrattario. Aumentare la propria energia si può fare con alcuni semplici accorgimenti che sono descritti nel Piano di Recupero Energie del corso Potenza Sessuale:

  • ottimizzare il sonno in modo che le ore dormite siano più ricaricanti
  • eliminare gli alimenti che “rubano” la nostra energia
  • la moxibustione, una tecnica che ricarica alcuni punti energetici del corpo col calore
  • gestire la masturbazione in modo che non intacchi la propria energia.

La causa più frequente dei problemi di erezione: trascurarli!

Tra tutte le cause delle disfunzioni erettili, forse la più comune e grave è rimandare la ricerca di una soluzione. Infatti più tempo rimani col problema di erezione, più questo si radica in te stesso e diventa sempre più difficile eliminarlo.
Questo succede qualunque siano le tue cause del problema:

Mentali: più pensi al problema o più volte ti capita di fare cilecca, più la tua autostima sessuale peggiora e l’ansia aumenta sempre di più.

Fisiche e ormonali: più trascuri una causa fisica o ormonale senza curarla, più questa può aggravarsi e peggiorare il problema.

Energetiche: più continui a vivere situazioni che ti consumano tanta energia senza ricaricarti, più le tue batterie si scaricheranno sempre di più e sarà sempre più difficile riportarle a livelli normali.

Ecco perché è importante agire il prima possibile. Molte persone sono consapevoli di avere un problema sessuale ma hanno paura ad affrontarlo per cui continuano a rimandare, continuando ad infliggere disagi a se stessi e alla loro partner.
Purtroppo però i problemi non si risolvono nascondendoli: si risolvono affrontandoli! Affrontarli da soli è difficile, specialmente quando uno no sa da dove iniziare: ecco perché è importante rivolgersi ad un professionista che sia in grado di guardare il problema a 360 gradi, in tutti i suoi aspetti e che non si limiti unicamente al lato più fisico del problema.

Rate this post